www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessità o per sceltaWalter Ignazio Preitano

Si d'un pueta .....

 

Stretto di Messina

 

Si d’un puèta avìssi l’animùzza,

parràssi cu la lingua chi non ‘mpizza

d’u munnu infami e di la sô mmunnìzza,

di comu l’omu si vantàu la razza.

Si d’un pittùri avìssi la sô fozza,

pittàssi un quatru a paru di ‘na chiàzza

aùnni l’omu niru sempri ‘mpuzza

e  cunnannàtu  è a fari li subbìzza.

Si di ‘na stròlica avìssi la viggènza,

ô munnu mmustrirìa ‘sta risuttanza:

di lu pammèntu mustu cu li sunza

di lu trappìtu ògghiu chi non conza,

‘ntall’ortu tonnellàti d’erba manza

e pumadoru senza la simenza,

‘a fìmmina vistùta d’arroganza

pi fari senz’amùri figghiulanza.

S’avìssi di ‘nu Diu l’Onnipotenza

all’omu ci livassi la sustanza,

ci lassirìa ‘na testa chi non penza,

chi lu pinzàri fìgghiàu la tracutànza.

 


 

Se d'un poeta...

 

Nebrodi

 

Se avessi l’anima di un poeta, parlerei a lingua sciolta di un mondo infame colmo di monnezza, mostrerei  come l’uomo si è degradato vantando la sua razza. Se avessi la forza di un pittore, dipingerei un quadro grande quanto una piazza, che mostrasse come l’uomo di colore da sempre sia costretto a subire, condannato a fare i mestieri più umili. Se avessi la veggenza di un’indovina, mostrerei al mondo il risultato della sua scelleratezza: dai palmenti venir fuori mosto sporco di ogni sofisticazione e dai frantoi olio che non unge e non insaporisce, nell’orto tonnellate d’insalata artificiosamente coltivata e pomodori senza semi, la femmina vestita d’arroganza che vuol fare figli senza atto d’amore. Se avessi l’onnipotenza di un Dio, toglierei all’uomo la sua, gli toglierei cioè quella  facoltà di pensare che lo ha esaltato e lo ha reso tracotante.

 

 

Walter  Ignazio Preitano

 

 

Sommario Altri Amici

www.colapisci.it