I Pesci dei Mari d'Italia
 

HIOZZO di

GHIOZZO di
KOLOMBATOVICI

Ord. PERCIFORMES

Fam. Gobiidae  / Gobiinae

Gen. Gobius

Gobius kolombatovici  Kovacicv & Miller, 2000

Specie, forse, meno rara di quanto è dato da sapere.
Corpo leggermente affusolato, compresso lateralmente fino al peduncolo caudale. E' ricoperto di scaglie ctenoidi (comprese l'area pre-dorsale e la nuca), che lungo la linea laterale sono 52-57. La testa è depressa e grande, le narici anteriori sono corte e tubolari, con processi triangolari.  Gli occhi
sono relativamente piccoli e sporgenti; lo spazio interorbitario è ridotto.
La bocca è obliqua, con mascelle sub-uguali, che non superano posteriormente la metà dell'occhio, e con la lingua tronca. I denti, eretti e caniniformi, sono disposte in  più file, la prima delle quali è più grande; presenti anche denti faringei.
Le pinne dorsali  sono distanziate e di altezza quasi uguale. La prima ha 6 raggi spinosi (il primo non è allungato), la seconda ha il primo raggio spinoso ed altri 14 raggi molli. La pinna caudale è arrotondata ed ha 17 raggi articolati. Le ventrali hanno 1 raggio spinoso e 5 molli e formano una membrana ridotta anteriormente. Le pinne anali hanno 14 raggi di cui il primo è spinoso. Le pinne pettorali sono ampie ed hanno 18
(17-19) raggi, di cui i tre più alti sono privi di membrana.


Foto di B. Furlan in Fishbase

Il colore del corpo va da beige chiaro a fulvo, più chiaro ventralmente. Macchie irregolari arancione sono disposte in file lungo i fianchi, altre macchie sono anche sulla testa. Nove macchie arancione più scure si trovano lungo la linea mediana dei fianchi (2 sotto D1 e D2, 3 sul peduncolo caudale). In corrispondenza delle macchie scure si trovano, sotto, una fila di macchie chiare irregolari e, sopra, due file di punti, che si estendono sulla nuca e sulla zona predorsale. Una banda marrone è sopra l'occhio. Una macchia scura si trova posteriormente e in alto sulla prima dorsale. Una macchia ad Y si trova sulla nuca, dietro gli occhi.  Le pinne sono trasparenti-biancastre; le dorsali hanno 4 bande orizzontali arancio chiaro con macchie gialle; la caudale ha 4-5 bande verticale simili a quelle delle dorsali; anche sull'anale c'è una striscia come le precedenti. 
Questa specie può essere confusa con le altre due specie di gobidi punteggiati di arancio. Le macchie arancio-marrone e la punteggiatura della specie atlantica differiscono dalle macchie arancio leggero e dai punti delle specie mediterranee (Gobius kolombatovici  e Thorogobius macrolepis).   Il T. macrolepis differisce dal Gobius kolombatovici in quanto gli manca la macchia nera nell'angolo del posteriore della prima dorsale e la punteggiatura nello spazio pre-dorsale.
Vive, nei pressi della sua tana, su fondali
detritici di sabbia grossolana e fine o di sedimenti di conchiglie, misti con rocce o ai piedi di pareti rocciose,  ad una profondità compresa tra i 15 e 90 m (15-38). Non si sa nulla sul suo ciclo riproduttivo. L'alimentazione, probabilmente, è a base di microfauna bentonica. Non ha valore commerciale e, a causa delle sue abitudini e del suo habitat,  è difficile pescarlo con sistemi tradizionali. Raggiunge una lunghezza tra i 9 e 15 cm (9-11).
Presente nell'areale del Mediterraneo nord-occidentale e dell'Adriatico settentrionale.

 

Fonti:
- Fishbase

- A NEW SPECIES OF GOBIUS (Gobidae) FROM THE NORTHERN ADRIATIC SEA - Marcelo KOVACIC (1) & Peter James MILLER (2)

- Notes ichtyologiques/Ichthyological notes Gobius kolombatovici, a common species of Gobiidae in the north-western Mediterranean Sea?  -  Patrice FRANCOUR (1) & Luisa MANGIALAJO (2)

Lesuerigobius friesii

Foto di Miki Noren  in fishbase

Thorogobius macrolepis

Foto Guerrieri

Nomi dialettali: confuso con altri congeneri

Sommario Perciformi
PERCIFORMES