I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

PESCE CONIGLIO
Pesce coniglio marmorizzato
Rabbitfish - Marbled spinefoot

Ord. PERCIFORMES

Fam. Siganidae

Gen. Siganus


Foto di Roberto Pillon

Siganus rivulatus  Forsskål & Niebuhr, 1775

Ha corpo ovaliforme, compresso lateralmente e con una altezza di circa un terzo (1/2,7-1/3,4) la lunghezza. E' ricoperto di squame piccole e cicloidi. La testa è leggermente cava sopra l'orbita, il muso è smussato. La narice anteriore ha un tentacolo triangolare, con il quale raggiunge metà della distanza dalla narice posteriore. Gli occhi sono tondi e relativamente piccoli.
La bocca, poco grande,ha labbra evidenziate, specie quelle superiori che sono molto alte. Le mascelle si fermano molto prima della perpendicolare dell'inizio dell'occhio.
 I denti sono incisiviformi, con una o due cuspidi laterali, e sono raggruppati in un'unica fila per ogni mascella.
La pinna dorsale è unica e di altezza quasi costante fino agli ultimi quattro raggi prima dell'indentatura tra la parte spinosa e quella molle. Si origina all'altezza della base della pettorale e la parte spinosa ha una piccola spina iniziale, rivolta in avanti; a questa spina fanno seguito 13 raggi spinosi. Il raggio più alto ha una lunghezza inferiore alla distanza tra bordo anteriore dell'occhio e il bordo posteriore dell'opercolo. La parte molle della dorsale, decrescente e poco arrotondata,  ha 10 raggi. La pinna anale si origina in corrispondenza della 8-10 spina della dorsale, ha 7 raggi spinosi distanziati seguiti da 9 molli più vicini; il margine è arrotondato. La pinna caudale è ampia e con il margine forcuto
(nel Siganus rivulatus è troncato o arrotondato). Le pettorali (16 raggi) sono relativamente grandi e di forma spatolata, con margine superiore e posteriore di lunghezza quasi uguale. Le pinne pelviche si originano dietro la base delle pettorali, hanno due spine, a cui fanno seguito 3 raggi molli.
Le spine delle pinne sono sottili, pungenti e velenifere; la loro puntura è molto dolorosa.


Foto di Roberto Pillon

Il colore del corpo è grigio-verdastro o marrone, dorsalmente più verde e ventralmente più chiaro, a volte bianco-argenteo. Sui fianchi e per i due terzi inferiori si sviluppano delle linee orizzontali dorate lievemente ondulate; sono presenti anche parecchie macchie scure. La testa, superiormente, è più scura.
E' una specie lessepsiana originaria del Mar Rosso e dell'Oceano Indiano, che vive in vicinanza del fondo di acque costiere, spingendosi fino a 60 m di profondità, ma di solito si trova su fondali algosi meno profondi
(20 m). Può spingersi anche all'interno di lagune salmastre o di estuari. Conduce vita gregaria in branchi non molto numerosi,  spesso in compagnia del congenere S. luridus o di Sarpa salpa.
Raggiunge la maturità sessuale intorno ai due anni e si riproduce da giugno ad agosto
(dicembre). Le uova sono pelagiche e si schiudono in breve tempo. Si alimenta di alghe rosse, verdi e brune; saltuariamente si ciba di crostacei o altri invertebrati.
In alcuni paesi del Mediterraneo (Egitto, Turchia, Israele, Cipro)  è oggetto di pesca con tramagli, sciabiche e reti a strascico. Spesso si trova commercializzato nei mercati di questi paesi. Raggiunge la dimensione di 40 cm (solitamente 10-20 cm) e il peso di circa 500 g.
Presente nel Mediterraneo orientale, nel Mar Egeo e nelle coste più meridionali, fino alla Libia.


Foto di Roberto Pillon

Ripresa video in Località Isola Bella (Taormina) di Siganus spp (probabile S. rivulatus)
28.08.2009

Sommario Perciformi
PERCIFORMES