I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe Actinopterygii

PESCE PORCOSPINO
PUNTEGGIATO

Ord. TETRAODONTIFORMES

Fam. Diodontidae

Gen. Chilomycterus

Chilomycterus reticulatus (Linnaeus, 1758)
Chilomycterus atringa Linnaeus, 1758 (Sin.)
Molto simile a Diodon hystrix.

Ha aspetto ovaliforme, con la parte superiore piatta. Quando si gonfia diventa tondeggiante e cilindrico.
Il corpo e la testa sono coperte di piccole spine fisse e sempre erette, di cui una serie di 8-10 va dal dorso del muso alla parte superiore del peduncolo caudale. 1-2 spine sono presenti sulla base della coda. Molte spine del corpo sono ridotte a piastre sotto la pelle. Non sono presente spine in mezzo alla fronte. Invece sopra l'orbita le spine evidenti sono tre. La testa è larga e smussata. Gli occhi sono circolari e grandi. Le narici sono a coppa aperta, ma nei giovani sono appendicolari e con due aperture.
La bocca è relativamente piccola ed è dotata in ogni mascella di denti fusi in una unica lamina che formano un robusto becco, simile a quello di un pappagallo, senza scanalature frontali e proteso in avanti. Le aperture branchiali si aprono prima della base delle pettorali.
La pinna dorsale (12-14 raggi molli) è piccola, a ventaglio ed arretrata, quasi opposta all'anale. La pinna anale (11-14 raggi molli) ha la stessa forma e quasi stessa grandezza della dorsale. Le pinne pettorali (19-22 raggi) sono grandi, prive di spine e con margine meno arrotondato delle altre pinne. La pinna caudale (10 raggi) è ampia, con margine molto arrotondato.

Il corpo sfuma dal marrone del dorso al biancastro della parte ventrale ed è cosparso da numerose piccole macchie nere e circolari, presenti anche sulle pinne, le quali hanno più o meno marcate della bande. Bande nerastre verticali si trovano sotto l'occhio e sulla parte posteriore della testa. Altre bande meno marcate si possono trovare nella regione pettorale e prima della pinna dorsale. I giovani sono bluastri e con macchie nere.
Conduce una vita pelagica fino alle dimensioni di circa 20 cm, stazionando spesso sotto corpi galleggianti. Da adulto frequenta fondali coralligeni  e rocciosi, ma anche sabbiosi, tra 10 e 140 m. Sembra che, oltre a vita notturna, svolga una modesta attività diurna. Raggiunge i 75
(50) cm di lunghezza, normalmente è intorno ai 20(30) cm.
Specie circumtropicale, con preferenza per mari tropicali dalla California al Cile  e per l'Oceano Indiano, dall'Indonesia all'Australia nord-occidentale. Presente, anche, da Madeira all'Angola e occasionalmente in Portogallo. Nell'Atlantico occidentale si incontra alle Bermuda e fino al Brasile. Carenti le informazioni relative alla riproduzione, all'alimentazione e all'habitat.
Dubbia la sua presenza nei mari italiani.
Vietata la sua commercializzazione

Info
La
C. E.- Reg. (CE) 854/2004 - VersCon 11/3/2011, allegato III, Capo II, lett. G regolamenta i
PRODOTTI DELLA PESCA VELENOSI

Occorre che siano effettuati controlli per garantire che:
1. non siano immessi sul mercato prodotti della pesca ottenuti da pesci velenosi provenienti dalle seguenti famiglie: Tetradontidae, Molidae, Diodontidae e Canthigasteridae


Foto in
dsiphoto.mnhn.fr

Sommario TETRAODONTIFORMI
Tetraodontiformes