I Pesci dei Mari d'Italia

Classe Actinopterygii

Pesce torretta gobbo
Humpback turretfish

Ord. TETRAODONTIFORMES

Fam.Ostraciidae

Gen. Tetrosomus

Tetrosomus gibbosus (Linnaeus, 1758)

Ha il corpo a sezione triangolare, con base larga, lievemente incavata, e vertice in alto. E' rivestito interamente da una corazza rigida di placche ossee a forma esagonale irregolare, saldate fra loro. In questo carapace vi sono solo delle aperture per la bocca, l'ano, le narici, gli occhi, le pinne e le aperture branchiali. Nessuna concavitÓ dietro la testa, Assenti le spine frontali ed in altre parti del corpo. Nella zona dorso-mediale il carapace si solleva in una cresta appuntita molto evidente. Ventralmente, ai lati della base del corpo a partire dall'apertura branchiale e fino alla base del peduncolo caudale, vi sono 5 placche appuntite all'indietro.
La testa ha un profilo che scende ripidamente dall'occhio al muso, che Ŕ allungato e a punta. L'occhio Ŕ tondo, relativamente grande e vicinissimo al profilo del capo. Due piccole formazione  ossee sporgenti si trovano sopra l'arcata oculare.  L'apertura branchiale Ŕ una piccola fessura obliqua alla base delle pinne pettorali. Il peduncolo caudale Ŕ allungato. La struttura del corpo, se da un lato offre ottima protezione, dall'altro comporta un nuoto lento e impacciato.
La bocca Ŕ piccola e con labbra grosse e sporgenti.
Ha una sola pinna dorsale (9 raggi) spostata molto indietro, a forma di spatola e con base corta. La pinna anale Ŕ simile alla dorsale e si inserisce parecchio dopo la fine della sua base. La pinna caudale Ŕ ampia e a forma di ventaglio, con 9-10 raggi molli. Le pinne pettorali sono ampie, con 12 raggi e lobo superiore allungato.

La colorazione varia dal verde al bruno dorato, con macchie pi¨ scure (a volta rosa). Negli individui adulti cominciano ad apparire delle macchie blu, che con l'etÓ aumentano. Le placche si evidenziano grazie alla loro suture e portano al centro piccole macchie, da cui si irradiano (pi¨ o meno con evidenza) delle piccole striature chiare. Il peduncolo caudale Ŕ scuro e macchiato di chiaro. La pinna dorsale e quella anale hanno alla base delle fasce scure. Non sembre evidente la marginatura scura nella caudale.
Specie tropicale che frequenta fondali rocciosi o algosi della barriera corallina da 37 a 110 m, in prossimitÓ della costa o in baie riparate; occasionalmente frequenta le acque superficiali al largo, sotto i sargassi. Si alimenta con invertebrati bentonici e macroalghe. Sconosciuto il suo ciclo biologico, solo in alcune zone sono state ritrovate in estate-autunno forme juvenili. Non Ŕ oggetto di pesca e non riveste importanza alimentare per l'uomo.  Raggiunge la lunghezza di 30 cm, ma comunemente Ŕ intorno ai 20 cm.
Il suo areale va dall'Oceano Pacifico occidentale (Africa orientale, Indonesia, Giappone, Australia). Nel Mediterraneo Ŕ migrato attraverso il Canale di Suez.
Sembra che si sia acclimatato nel Mediterraneo.

 

Sommario TETRAODONTIFORMI
Tetraodontiformes