I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

BOCCANERA

Ord. Carcharhiniformes

Fam. Pentanchidae   (Scyliorhinidae)

Gen. Galeus

Foto di Nils Aukan
Foto di Nils Aukan

Iglésias S.P., 2009. - Chondrichthyans from the North-eastern Atlantic and the Mediterranean (A natural
Foto in www.mnhn.fr

Galeus melastomus    (Rafinesque 1810)

Ha corpo allungato, con testa schiacciata, muso prominente e a puntae aperture nasali poste nella parte inferiore del muso,  vicino alla bocca. Le scaglie della pelle portano tre carene e tre punte. Dietro l'occhio, che è grande e allungato, si apre un piccolo spiracolo. Ha cinque fessure branchiali, di cui l'ultima al disopra delle pettorali.
La bocca, tagliata a V, porta nelle mascelle piccoli denti acuti, generalmente con due cuspidi laterali.
Le prima pinna dorsale è piccola e impiantata oltre meta corpo. La seconda dorsale è simile alla prima ed è posta in prossimità della coda. L'anale è lunga, con orlo dritto e termina vicino alla caudale. Quest'ultima è lunga quasi un quarto della lunghezza del corpo e superiormente, grazie a delle scaglie ossee, assume l'aspetto di una chiglia seghettata. Le pettorali hanno margini pressoché dritti e apici scarsamente arrotondati.


Foto di Nils Aukan

Il colore è normalmente bruno grigiastro, ma può avere tinte anche grigio rossastre o rosso giallastre, con macchie più scure irregolarmente disposte e ventre biancastro. L'interno della bocca è nero, da cui il nome melastomus.
E' una specie che vive sui fondi melmosi fino a 900 metri di profondità e che non risale quasi mai al disopra dei 200 m. La riproduzione avviene nei mesi estivi. Le femmine portano nell'utero due-quattro uova, contenute in capsule cornee prive di filamenti e cirri, di color ambra, che scurisce sempre più con la maturazione dell'embrione. Si nutre di crostacei, piccoli cefalopodi e pesci. Si cattura con reti a strascico su fondi melmosi. La carne non è  buona, ma spesso viene smerciata spellata come gattuccio o palombo. Arriva al massimo a 50 cm di lunghezza e al mezzo chilo di peso.
In Mediterraneo è noto nella parte orientale e centrale, nell''Adriatico settentrionale è considerato raro.


Foto di Nils Aukan


Foto di Nils Aukan

Nomi dialettali

IMPERIA

Lambarda, Bardulin

SAVONA

Gattuso, Bocca neigra

GENOVA

Moìella, Moellìn

VIAREGGIO

Boccanegra

ROMA

Gatto

TERRACINA

Pesce 'mbiso

NAPOLI

Pesce 'mpiso

VASTO

stiure

TARANTO

Vokke de 'mfierne, Centrone

BRINDISI

Centrune

BARI

Cintrune

CAGLIARI

Pisci gattu descoglio

MESSINA

Vaccaredda

Porto EMPEDOCLE

Cazzuni

PALERMO

Pisci Vucca, d'infernu

Sommario Carcharhiniformes
Carcharhiniformes