Perpetuino italiano
Helicrhysum italicum

 

 

 

Pianta perenne suffruticosa, che con le sue numerose ramificazioni, ascendenti, forma un piccolo cespuglio di colore biancastro, per il tomento di peli lisci grigio-biancastri che la ricoprono almeno nello stadio giovanile, ma verde con l'età per il suo distacco.
Fusti
angolosi , legnosi e contorti alla base, alti 20-50 cm con foglie alterne, a volte unilaterali, sessili, strette e lineari, appiattite lungo i bordi, lunghe 10-40 mm e larghe 1 mm, erette o patenti, con margine ripiegato verso il basso, verdi glabrescenti o ricoperte da sparso tomento sulle due facce. I getti sterili sono ricoperti da densi fascetti di foglie.
Le infiorescenze sono raccolte in densi corimbi, ramosi, posti all'apice del fusto, composti da 20-35 capolini, con l' involucro giallo paglierino, dapprima conico-ovoide-fusiforme, con l'apice piu stretto della base, poi all'antesi, oblungo-cilindrico.
I capolini (calatidi) del diametro di 2-4,5 mm, sono avvolti da brattee giallo-verdastre poi giallo-brunastre, embricate, poste in più serie, le esterne scariose, subtriangolari ± ottuse, le interne lineari, ghiandolose, erette, applicate e 5 volte più lunghe delle esterne.
I fiori, circa 15 per capolino, tutti tubolosi ed ermafroditi, emanano un intenso e caratteristico profumo, di colore giallo-oro hanno una lunga corolla tubolare che si allarga all'apice in 5 lobi triangolari.
Il frutto è una cipsela ovale-oblunga, con piccole, sparse ghiandole bianche brillanti, e il pappo di peli semplici inserito nella parte superiore dell'achenio.

 

 

Pianta perenne erbacea,

Fonti: www.actaplantarum.org

www.colapisci.it