www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessità o per scelta

Poesia

 


So di non essere in vita
e di non godere più
di luce propria,
ma ho scoperto
che dagli abissi
del tuo cuore,
più oscuri e profondi
dei miei crateri,
sgorgano di nuovo
latte e miele.
 
Sono rifioriti
i fremiti d’amore
nella distesa inaridita
della tua anima
e vola libero il canto
del poeta innamorato.
 
È bello respirare
la fresca brezza primaverile
e percepire i caldi brividi
di un amore antico,
ancora intatto
e tutto nostro,
che zampilla dai versi
di poesie invano celate.