www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per sceltaCola e Sirena

Tra vortici ed ululati

Con il libeccio, il lamento di Scilla
sulle nuvole rimbalza,
latra e affronta l'infinito viaggio verso la morte.
Senza speranza agita  onde e passione.

Cariddi, grassa e traditrice,
sulla sponda opposta,
si raccorda con la luna e tramuta l'ingordigia
in viaggio dentro il mare.

E' plenilunio di tumultuosi gorghi
e dolorosi ululati.
Della mia solitudine
sono fonti di  vita e consolazione
 

Condannati all'immortalitÓ,
siamo creature maledette.
Odiamo il tempo.
Lo sfidiamo..

Ma, sento un canto lontano..
Quasi un inganno per il cuore..
E' dolce melodia.
Richiamo. Amore.

 

Cola

www.colapisci.it