www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per scelta

Messina

Siede sicura, in ripa al Mar Zancleo,
Vaga non men che celebre Messina
CittÓ che toglie a molte il bel trofeo,
Per sito al sen d'Italia pi¨ vicina,
Cui raro don l'alma natura feo
Del nobil Porto a cui ciascun s'inchina.
Per dritta meta all'Oriente opposta
Ed a temprato Ciel sereno esposta.
Pu˛ darsi onore a lei per varie genti
Ch'ebbe (grazia del Ciel) cortese assai;
Di mura il cerchio altere, ed eminenti
A quai nascente il Sol comparte i rai;
Nobilissimi Alberghi, e molli argenti
Ha la CittÓ, che non seccar giamai,
E di quel ben, di che s'Ó spess˛ inopia.
Qui sempre stÓ col corno pien la copia.


Padre D.Felice Passero Cassinese
Vita e Martýrio di S. Placido
impressa in Venezia appo il Gioliti
1589

Sommario Ricerca
 

www.colapisci.it