Il  "Ciuscello"

Ingredienti

500 g di macinato di carne di vitello

250 g di parmigiano o pecorino

150 grammi di pane grattugiato

tre quarti di litro di brodo di carne

450 g di ricotta fresca

un poco di noce moscata

9 uova fresche

un pezzetto dì cannella

sale quanto basta

 

   
Prima fase
  • Impastare il tritato con 100 grammi di formaggio grattugiato, tre uova, mollica e sale

  • formare tante polpette

  • fare bollire il brodo di carne ed immergere le polpette per pochi minuti e lasciare freddare.

Seconda fase

 

  • In una ampia terrina  versare sei uova sbattute, 150 grammi di formaggio grattugiato, 450 grammi di ricotta fresca, un po' di noce moscata e cannella

  • impastare a sbattere tutti gli ingredienti e poi aggiungere il brodo con le polpette

  • comporre una forma di torta e infilare nel forno ben caldo la terrina e lasciarla per venti minuti circa
     

    Tradizione popolare

Abbinamento vini a cura di F.G.

 
  • Il ciuscello nasce come un secondo nutriente e dai componenti “poveri” che attualmente può essere rivisitato in versione antipasto a piccole porzioni.
    La tendenza dolce e la grassezza, che sono i gusti prevalenti, richiamano subito un abbinamento con bollicine di qualità.
    Si abbina bene, quindi, il Rose’ Le terrazze dell’Etna.
    E' un vino, spumantizzato col metodo classico Brut, di particolare personalità ottenuto dai vitigni Pinot nero (90%) e Nerello Mascalese (10%), prodotto sulle pendici dell'Etna a circa 800 m di altitudine e affinato sui lieviti in bottiglia per 36 mesi.
    Emana profumi intensi e delicati di frutti di bosco, al palato è cremoso ed equilibrato, di buona sapidità e struttura.
     

Sommario Ricordi di Cola

www.colapisci.it