I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

CEFALO  VERZELATA
Cefalo musino
Cefalo - Verzelata

Ord. MUGILIFORMES

Fam. Mugilidae

Gen. Liza


Foto di Vasile Otel
 

Chelon saliens   (Risso, 1810)

Ha il corpo fusiforme e allungato (più delle altre specie). Il profilo dorsale è quasi rettilineo, mentre il ventrale  è arcuato.  E' coperto da scaglie, che dorsalmente sono più grandi e caratterizzate da 2-5 fossette. La testa è appuntita ed è coperta superiormente da squame dure, che arrivano quasi all'estremità del muso e che nello spazio tra le narici sono piccolissime. L'occhio è rotondo e spostato in avanti.
La bocca non è grande e, quando è chiusa, l
'estremità posteriore del mascellare è visibile.
La prima pinna dorsale è triangolare e con 4 raggi spinosi, di cui lì'ultimo è molto più corto degli altri. La seconda dorsale è molto distanziata dalla prima e ha 1 raggio spinoso e 8 molli. L'anale (3 raggi spinosi e 9 molli) è opposta e quasi uguale alla seconda dorsale. La pinna caudale (14 raggi) è robusta, incavata e con lobi appuntiti. Le pettorali sono allungate e con il lobo superiore appuntito. Le ventrali hanno 1 raggio spinoso e 5 molli e  a forma di ventaglio.

Il colore del corpo è grigio-brunastro, che dorsalmente diviene  grigio-ardesia e ventralmente bianco-argenteo. Sui fianchi esistono 5 o 6 linee longitudinali più scure. Le pinne pettorali, su cui non esiste alcuna macchia nera all'inserzione,  e la pinna dorsale sono giallastre, mentre le altre sono azzurrognole. Sugli opercoli vi sono alcune macchie dorate a contorni indecisi.
E' gregaria e si raduna in gruppi numerosi.
Preferisce le acque lagunari e salmastre e resiste molto bene al freddo. Nell'Adriatico settentrionale si riproduce a maggio e i giovani entrano nelle lagune nei mesi di luglio, agosto e settembre. Il novellame si concentra nella zona inferiore dei fiumi in vicinanza delle foci. La nutrizione è simile a quella delle specie congeneri. Si pesca in laguna nei lavorieri e in quella libera con la tratta. In mare si prende col saltarello. La carne è meno pregiata degli altri cefali. Arriva al massimo a 30 cm di lunghezza e a 600 grammi di peso.
E' una specie essenzialmente mediterranea 

 Nomi dialettali

GENOVA

Muzao cangià

LA SPEZIA

Musao

LIVORNO

Muggine, Firzetta, Mugello

ROMA

Cefolo, Musino

NAPOLI

Lemmuso, Appezzutiello

TARANTO

Cefalu pizzute

OTRANTO

Asprune

BARI

Ciefl

MOLFETTA

Asprene

VARANO

Gruta

PESCARA

Verzelato

ANCONA

Verzelaio, Musoguzzo

VENEZIA

Verzelata, Magnagiazo

TRIESTE

Verzelato

SARDEGNA

Musulu, Birumbulu, Pizzutu

MESSINA

Cefalu, Cefalu pizzutu

CATANIA

Tracchia

PALERMO

Mulettu pizzutu

CORSICA

Acucu


Sommario Perciformi
Mugiliformes


Quadro sinottico degli ORDINI dei Pesci dei mari d'Italia

Morfologia dei pesci: formazione del corpo, pelle, pinne, colorazione

Aspetto esterno, apparato scheletrico e muscolare,organi interni e tutti gli altri organi

I pesci - Aspetti generali

Sommario senza frames
Mugilidae

Ordini

Morfologia

Anatomia

I Pesci

Pesci

SOMMARI

Sommario ORDINI - Frames

Mappa - Pesci dei Mari d'Italia

Colapesce: uomo per metà pesce per scelta o forza di cose

Mugiliform.

Ordini

Morfologia

Anatomia

I Pesci

Pesci

MAPPE

!!! - SETTE MEGABYTE - !!! - Quadro sinottico di tutti i Pesci dei Mari d'Italia

Elenco dei nomi generici e latini di tutte le specie dei Mari d'Italia

L'uomo pesce per scelta o per necessità

SPECIE-alf.

SPECIE-morf

Famiglie

Clas-Ord-Fam

ElencoNomi

IndicePesci

INDICI